Tommaso Rocchi segna ancora in serie C Ungherese!

rocchi-giordano-ungheria

Tommaso Rocchi il prossimo 19 settembre compirà la bellezza di 40 primavere, ma la voglia di smettere di calciare quel pallone ancora sembra lontana. 

Il veneziano, oltre a essere il quinto realizzatore di sempre con la maglia della Lazio, sta giocando nelle file del Tatabanya. A questo nome corrisponde una squadra di serie C ungherese con la quale, grazie a una doppietta effettuata lo scorso 13 febbraio in un incontro di campionato, è riuscito ad arrivare alla lusinghiera cifra di 200 reti nel calcio professionistico.

Rocchi Inter, Lazio e… Tatabanya

Tommaso Rocchi, che in passato ha anche vestito le maglie di Empoli e Inter, è finito nel paese magiaro già da un anno. All’inizio della stagione 2014/2015 firma, infatti, con l’Haladas squadra che milita nella Nemzeti Bajnokság I (la serie A ungherese) qua, tra campionato e coppa, chiude la stagione con 19 presenze e 6 gol, contribuendo alla miracolosa salvezza. A fine campionato, però, non c’è il rinnovo. La voglia di giocare è ancora tanta e Rocchi decide di guardarsi intorno. Guardarsi intorno senza andare troppo lontano, l’offerta arriva infatti da un altro club ungherese che, come scritto, milita nella terza divisione.

Un campionato molto inferiore rispetto alla carriera di un giocatore che vanta anche 3 presenze con la nazionale italiana. Perché allora accettare? Prima di tutto perché Tommaso Rocchi vuole raggiungere i 200 gol nel professionismo (obiettivo raggiunto) e poi perché nelle file di questo club fondato nel 1910 c’è una nutrita colonia di italiani.

Il direttore sportivo è Massimo Caroletti, famoso più per essere il marito dell’ex pornostar Eva Henger che per il suo curriculum sportivo. È proprio quest’uomo, molto legato agli ambienti della Lazio, ad aver portato Rocchi in Ungheria insieme ad altri ragazzi e a un allenatore di spessore e sempre ex bandiera bianco-azzurra. A sedersi sulla panchina del Tatabanya c’è, infatti, Bruno Giordano che in rosa ha fatto ingaggiare anche i suoi due figli, Marco e Rocco.

Rocchi e Giordano: un destino comune

Entrambi attaccanti, rispettivamente di 29 e 21 anni, è il più grande a guidare il reparto offensivo della squadra. Marco, infatti, ha segnato 6 gol in 11 presenze e, insieme a Sergio Aguero (un argentino omonimo del più famoso El Kun), è il giocatore più prolifico della squadra. Oltre alla “famiglia Giordano” e all’esperto Rocchi gli altri nostri connazionali in forza al Tatabanya sono: Remo Armadio (portiere con un passato in Romania ed ex Pescara) e il centrocampista Anthony Bottone.

La squadra occupa una posizione di centro classifica e riuscire a centrare la promozione sembra impossibile. Rocchi, nonostante sia il capitano della formazione, non è riuscito ancora a trovare la continuità in campo. Un po’ di infortuni l’hanno messo ai margini, ha racimolato 6 presenze per un totale di 499 minuti. Un minutaggio che è bastato per far sì che l’attaccante siglasse lo scorso febbraio quella doppietta, arrivare ai 200 gol nel professionismo e scrivere l’ennesimo capitolo di una storia dove il protagonista è un arzillo 40enne che non vuole proprio smettere di gonfiare la rete.

Condividi questa storia
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>