Zeman e la sua prima coppa

zeman

Zdenek Zeman o si ama o si odia. L’allenatore ceco è infatti per molti un’icona e, per molti altri, un eterno perdente.

Le sue battaglie politiche hanno preso il sopravvento sulla sua capacità di allenare. Come non ricordare il ruolo che ebbe nel 1998 quando raccontò l’abuso di farmaci all’interno della serie A. Dalle sue accuse nacque un vera e propria indagine che coinvolse LazioJuventusTorinoParma e Roma. I “zemaniani” riconoscono in lui una voce controcorrente del calcio moderno. A livello sportivo a lanciarlo fu il gioco espresso nel Foggia a cavallo tra il 1988 e il 1994. Portò i pugliesi in A dimostrando di essere uno stratega di tattica. Il suo 4-3-3 gli fece conquistare, infatti, prima la panchina della Lazio e poi della Roma. Ma quanti trofei ha conquistato ? La risposta è incredibile: zero. Zeman non ha mai vinto nulla. Una casella che, però, quest’anno potrebbe essere riempita con il primo successo.

Gli ultimi anni della carriera di Zeman non sono stati certo vincenti. Tante débâcle e fallimenti, dalla retrocessione in Lega Pro dalla B con l’Avellino, all’esonero con il Lecce, appena 3 panchine con la Stella Rossa in Serbia e poi ancora esoneri con Roma e Cagliari. È vero nel mezzo una bella promozione in serie A con il Pescara, ma l’ago della bilancia non può pesare a favore dell’allenatore boemo. Oggi allena in Svizzera, all’inizio della stagione 2015/2016 il neopromosso Lugano l’ha chiamato per ottenere una salvezza nella massima serie elvetica, dopo 13 anni che la società del Canton Ticino mancava da questi palcoscenici.

L’annata del boemo  non è certo delle più esaltanti. Il Lugano è penultimo (nel massimo campionato svizzero retrocede solo l’ultima) e mancano circa una decina di giornata alla conclusione. La salvezza è un obiettivo raggiungibile e, visto il valore abbastanza di basso livello della rosa dei ticinesi, se così fosse per Zeman sarebbe una sorta di successo. L’ex tecnico di Roma e Lazio, però, ha sicuramente un altro grillo per la testa: vincere il suo primo trofeo in carriera. Parallelamente al campionato, infatti, il Lugano ha giocato la coppa nazionale e qua, quasi contro ogni pronostico, è riuscito ad arrivare in finale. Partendo dai 32esimi gli uomini di Zeman hanno rispettivamente eliminato: As Castello, Bellinzona, Winterthur, Fc Koniz e Lucerna. Ora il prossimo 29 maggio ci sarà la finale, il Lugano incontrerà lo Zurigo proprio in casa di quest’ultima. Il Lugano non vince questa coppa da 23 anni e il primo a volere questa vittoria appare proprio Zdenek Zeman che, a 68 anni compiuti, vuole assaggiare finalmente l’emozione della prima volta.

Condividi questa storia
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>